SEI IN > VIVERE CALABRIA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Il capo della polizia Pisani a Catanzaro ricorda il sovrintendente capo Scarfone

2' di lettura
14

CATANZARO (ITALPRESS) – A Catanzaro, presso il Centro Polifunzionale della Polizia di Stato, alla presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno Wanda Ferro e del Capo della Polizia- Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Vittorio Pisani, si è svolta la cerimonia di dedica della sede della Segreteria Provinciale del sindacato FSP Polizia di Stato alla memoria del Sovrintendente Capo della Polizia di Stato Benito Scarfone, deceduto lo scorso anno.

Alla cerimonia hanno partecipato i familiari di Benito Scarfone, il Questore di Catanzaro Sirna, i Questori delle altre province della Calabria, Autorità civili e religiose della provincia, rappresentanti sindacali e dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, funzionari e colleghi di Scarfone. Il Vescovo dell’Arcidiocesi Metropolita di Catanzaro-Squillace, Mons. Claudio Maniago, che ha benedetto la targa di intitolazione della sede.

Ferro e il Capo della Polizia Pisani, al termine della cerimonia, hanno consegnato una pergamena alla Signora Irene, moglie del Sovrintendente Capo Scarfone, e ai figli Valerio e Giuseppe. Nella targa viene sottolineato il valore di Benito Scarfone: “esempio riconosciuto di dedizione, spirito di servizio e attaccamento al dovere, è divenuto negli anni un punto di riferimento per tutti i colleghi, ai quali ha trasmesso la propria esperienza e preparazione investigativa, acquisita durante le numerose indagini a cui ha partecipato, ottenendo numerosi riconoscimenti premiali. Eccellente esempio di valori umani, senso del dovere e profondo attaccamento all’Amministrazione”.

Il Capo della Polizia ha riconosciuto il valore del Sovrintendente Capo deceduto, affermando che “negli anni ’70 di grande difficoltà persone come Benito Scarfone e tanti altri sono stati quelli che poi hanno portato alla grande riforma del 1981 con la smilitarizzazione della polizia”.

Il Capo della Polizia ha ricordato il legame e la frequentazione che Benito Scarfone aveva con la sua famiglia: fu proprio lui a insistere affinchè facesse il concorso per diventare Commissario.

Ferro ha sottolineato “l’importanza di portare avanti il testimone lasciatoci da Benito Scarfone, un esempio da seguire per i giovani per l’impegno e il rispetto delle regole” evidenziando che “la presenza del Capo della Polizia oggi è un segnale importante di grande attenzione in vista delle sfide che ci attendono”. – Foto: ufficio stampa Polizia di Stato – (ITALPRESS).



Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 02-02-2024 alle 16:26 sul giornale del 03 febbraio 2024 - 14 letture






qrcode