Mafia, traffico di droga tra Palermo e Africo: 15 arresti

1' di lettura 16/11/2022 - Operazione antidroga dei carabinieri, eseguite 15 misure cautelari

Fiumi di droga dalla Calabria al Palermitano, all’ombra della mafia. Alle prime ore di oggi, mercoledì 16 novembre, i carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito, tra il capoluogo siciliano e Africo Nuovo (RC), 15 misure cautelari (10 in carcere e 5 degli arresti domiciliari), emesse dal gip del tribunale palermitano su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia. Gli arrestati sono accusati a vario titolo dei reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, con l'aggravante di aver agevolato l'attività mafiosa. Nell'inchiesta ci sono altri 21 indagati.

L'indagine, avviata nel settembre 2019, ha ricostruito l'attività di spaccio nei mandamenti mafiosi palermitani di Porta Nuova, Brancaccio, Tommaso Natale e San Lorenzo. Le attività investigative hanno consentito di individuare un'associazione dedita al traffico di stupefacenti che si riforniva di grosse quantità di droga in Calabria da immettere nelle piazze di spaccio del centro di Palermo. Al vertice dell'associazione ci sarebbero boss delle famiglie mafiose di Palermo Centro e di Partanna Mondello che, con altri affiliati del mandamento di Brancaccio, avevano contatti con i fornitori di droga di Campania e Calabria e con spacciatori palermitani, incaricati di rivendere al dettaglio lo stupefacente. Secondo quanto accertato dalle indagini i soldi del traffico di droga servivano per il mantenimento delle famiglie dei detenuti per mafia.

Nel corso delle indagini sono stati arrestati otto corrieri e sequestrate complessivamente 185 chili di sostanze stupefacenti tra cocaina, hashish e crack e 52 mila euro in contanti.In un'abitazione di Pollenna Trocchia (NA) i carabinieri hanno sequestrato 255 chili di hashish.






Questo è un articolo pubblicato il 16-11-2022 alle 12:53 sul giornale del 17 novembre 2022 - 10 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dC1R