False attestazioni per contributi Ue, sequestrati 500mila euro a due imprenditori

1' di lettura 12/05/2022 - Due imprenditori agricoli sono indagati per falsità ideologica e truffa.

I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di somme di denaro, beni mobili e immobili fino a un valore corrispondente a circa 500 mila euro emesso nell’ambito di una indagine della procura di Palmi per reati in materia di frodi finalizzate al conseguimento di erogazioni pubbliche. Il sequestro è scattato nei confronti di due imprenditori agricoli del reggino, indagati per falsità ideologica e truffa.

Le indagini avrebbero portato alla luce l'esistenza di condotte illecite a danno del bilancio dell'Ue riguardo la percezione, da parte di aziende agricole locali, di somme derivanti da interventi sovvenzionati da Fondi comunitari. In particolare sarebbero emerse false attestazioni della disponibilità di terreni agricoli finalizzata alla percezione di finanziamenti poi elargiti dall'Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura.






Questo è un articolo pubblicato il 12-05-2022 alle 12:08 sul giornale del 13 maggio 2022 - 106 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c67u





logoEV