Reggio: 'ndrangheta, informò i boss dell'operazione. Arrestato ex poliziotto

Carabinieri 550 1' di lettura 14/10/2020 - Avrebbe informato i boss delle cosca Cacciola-Grasso di Rosarno che i carabinieri stavano arrivando per arrestarli: in manette ex agente di polizia.

Il poliziotto, 45 anni, ex sovrintendente in servizio fino allo scorso agosto nel posto di polizia di Frontiera marittima nel porto di Gioia Tauro, è stato arrestato dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria. È accusato di concorso esterno con la 'ndrangheta per aver permesso la fuga di 7 ricercati, poi arrestati in seguito.

La vicenda riguarda quanto accaduto la notte del 9 luglio 2018, quando la Dda reggina aveva emesso un ordine di cattura per 38 soggetti appartenenti alle cosche Cacciola e Grasso. In 7 sfuggirono all'arresto, tra cui Rosario Grasso, elemento di spicco e rampollo del clan. I latitanti furono catturati successivamente nel giro di pochi mesi. Dalle indagini sono poi emerse le connivenze che avevano consentito loro di darsi alla fuga. In particolare la telefonata con la quale il polziotto li avvertì dell'operazione.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Catanzaro @viverecatanzaro FB - Twitter
Corigliano Rossano @viverecorigliano FB - Twitter
Cosenza @viverecosenza FB - Twitter
Crotone @viverecrotone FB - Twitter
Lamezia Terme @viverelamezia FB - Twitter
Reggio Calabria @viverereggio FB - Twitter
Vibo Valentia @viverevibo FB - Twitter





Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2020 alle 18:11 sul giornale del 15 ottobre 2020 - 160 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, carabinieri, redazione, rosarno, 'ndrangheta, articolo