'Ndrangheta: ville abusive a Crotone, iniziata la demolizione

1' di lettura 20/07/2020 - Ruspe in azione da lunedì mattina nel promontorio di Capo Colonna, a Crotone, per la demolizione di tre ville abusive di proprietà della famiglia del boss di 'ndrangheta Nicolino Grande Aracri.

Si conclude così, con l'azione fortemente voluta dal Commissario straordinario del Comune di Crotone Tiziana Costantino, una vicenda che risale al 1988. Le ville, cinque in totale, erano state costruite tra gli anni Ottanta e Novanta su un'area soggetta a vincoli paesaggistici e prospiciente al parco archeologico.

Per evitare altri ritardi, il Comune ha scelto di pagare di tasca propria le demolizioni: a lavori eseguiti chiederà il conto agli intestatari. Il progetto esecutivo dei lavori è stato approvato a giugno e il 6 luglio sono stati aggiudicati i lavori alla Socea, l'unica impresa che ha risposto al bando pubblico.

Dopo i primi tre immobili si procederà ai restanti due, per i quali si attende la definizione dei ricorsi pendenti davanti al Tar presentati dagli intestatari.

Invia i tuoi comunicati stampa a calabria@vivere.news o all'indirizzo mail relativo a ciascuna città:

catanzaro@vivere.news

coriglianorossano@vivere.news

cosenza@vivere.news

crotone@vivere.news

lameziaterme@vivere.news

reggiocalabria@vivere.news

vibovalentia@vivere.news






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2020 alle 17:16 sul giornale del 21 luglio 2020 - 161 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, 'ndrangheta, marco vitaloni, articolo, capo colonna, ville abusive

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bq8M